MERCOLEDI’ 17 Gennaio al GRUPPO di LETTURA presso la Biblioteca Servitana eravamo in 5 e sono stati presentati i seguenti testi:

Sarah Quigley, Sinfonia Leningrado (Enrico Garani);

Pietro Allegretti, Piero della Francesca (Laura Monego);

Luigi Colli, Liguri (Rosa Elisa Giangoia);

Mauro Salucci, Taccuino su Genova (Maria Cristina Ferraro);

Rodney Stark, False testimonianze (Giorgio Olivari).

 

Il prossimo incontro si terrà MERCOLEDI’ 22 FEBBRAIO alle ore 16.30

sempre presso la BIBLIOTECA SERVITANA di via Baroni a Genova

 

Mercoledì 11 gennaio ore 16.30

Biblioteca Servitana – via Baroni – Genova

GRUPPO ANTICA FOCE

 

Venerdì 13 gennaio ore 16.15

In collaborazione con il Centro Culturale San Francesco

Sala della Parrocchia di San Carlo – via Balbi, 7  –  Genova (g.c.)

Conferenza di

CARLO BORASI

La terza rivoluzione nella Fisica del XX secolo: la teoria del caos

 

Martedì 17 gennaio ore 16.30

Biblioteca Servitana – via Baroni – Genova

GRUPPO di LETTURA

9788845929878_0_0_300_80MARTEDI’ 20 Dicembre al GRUPPO di LETTURA presso la Biblioteca Servitana di via Baroni a Genova eravamo in 7 e sono stati presentati i seguenti testi:

Schulamith Firestone, La dialettica dei sessi (Giorgio Olivari);

J. Renoir, Renoir, mio padre (Enrico Garano);

D. Difrancescantonio, L’identità del fuoriuscito (Raffaella Silvestrini);

D. Le Breton, Il mondo a piedi 

Z. Bauman, L’etica in un mondo di consumatori (Maria Cristina Ferraro);

B. Lauzi, Tanto domani mi sveglio (Vivi Marchese);

F. Marino, Cattedrale di misericordia (Rosa Elisa Giangoia).

Il prossimo incontro si svolgerà MARTEDI’ 17 gennaio sempre alle ore 16.30 presso la Biblioteca Servitana di via Baroni a Genova.

Isa Morando

image_15007VERNISSAGE CASALINGO

è la proposta semiseria che ho sottoposto a Nanni.  Ha scoperto in sé, da pochissimo tempo, una dote latente da decenni: ha scoperto di saper disegnare. Quando sia scattata la molla, lui non sa dirlo. Lui che, ragazzino, per il disegno dal vero si limitava ad appoggiare sul foglio una banana e a tracciarne il contorno. Abbiamo ipotizzato che si tratti di un manifestarsi tardivo del DNA. La nonna Angela, sua madre, in gioventù aveva dipinto. Bene. Ce ne rendemmo conto quando un corniciaio esperto di pittura, a cui avevamo portato un suo dipinto per la sostituzione della cornice, fece un balzo indietro ed esclamò “Ma questo è un Fontanesi!”. Gli facemmo notare che nell’angolo in fondo a destra c’era scritto “Angela B.”. Lui non si scompose, cambiò registro e, garbatamente, ci tacciò di incuria, per non aver saputo valorizzare “le opere” di una così valida pittrice. Addirittura ci suggerì di organizzare una mostra. Cosa che, naturalmente, noi non prendemmo in considerazione (adesso “il Fontanesi” fa bella mostra di sé a Milano, nella casa di Aldo, nostro figlio). Per noi la nonna Angela era legata al ricordo variopinto  dei suoi famosi “caramellati” natalizi, per cui era nota in tutta Sampierdarena, con qualche sconfinamento “in centro” (“andare in centro” era una specie di promozione sociale per la buona borghesia sampierdarenese). Quello era il suo cavallo di battaglia. Ma la sua sapienza culinaria si espandeva su un largo terreno, in cui confluivano le sue origini piacentine – ineguagliabili i torteil cun la cuà (tortelli con la coda) di pasta sottilissima e ripieno di spinaci  – e la sicura conoscenza della tradizione genovese, con l’apoteosi delle raffinatezze dolciarie. Leggi il seguito di questo post »

15419753_1356708751019973_3386086846119595909_o-2

img_20161128_0001_new

Venerdì 2 dicembre 2016

ore 17

Fondazione De Ferrari – Grattacielo – piazza Dante 9/18  (primo piano) – Genova

NÓSTOI

Ritorni e sapori del tempo

di Maria Cristina CASTELLANI

(Deferrari Editore 2016)

Con l’autrice interverranno

Rosa Elisa GIANGOIA e Olga ROSSI CASSOTTANA

Letture dal vivo a cura degli attori Giovanni Cadili Rispi e Gloria Pastine

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Mercoledì 7 dicembre 2016

ore 16

Biblioteca Servitana – via Baroni – Genova

GRUPPO ANTICA FOCE

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Giovedì 15 dicembre 2016

ore 17,45

Stanza della Poesia – Palazzo Ducale – piazza Matteotti, 78r – Genova

Claudio POZZANI

presenta

OCCASIONI

(Ismeca libri 2016)

di Bruno ROMBI

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Martedì 20 dicembre 2016

ore 16,30

Biblioteca Servitana – via Baroni – Genova

GRUPPO di LETTURA

e scambio degli auguri natalizi

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Lunedì 26 dicembre 2016

ore 17

Sede dell’Associazione VIVERE VEREZZI, via del Salto, 1 – Borgio VEREZZI (SV)

READING di POESIE NATALIZIE

nell’ambito della mostra di presepi per le vie del borgo

Letture a cura degli allievi della scuola di teatro di Pietra Ligure, “I ragazzi del chaos”

diretta da Maximilian NISI

15138588_10210420344332306_2469137740405543818_o-2

VENERDÌ 18 NOVEMBRE   ore 17 

STEFANO VERDINO

(Università di Genova)

presenta il libro

DONNE GENOVESI NELL’ETÀ DEI LUMI

(De Ferrari Editore)

di

Francesca Di Caprio Francia

 img_20161118_0002_new

Sala dei Chierici – Biblioteca Berio – Via del Seminario, 11  Genova

img_20161111_0001_new-2

  ITALO ROSSI POETA E PROMOTORE CULTURALE

                     Bruno Rombi

 

Tra levigate rene/ di fonti nascoste/ in valli inaccessibili/forse la sabbia d’oro./ O forse negli anfratti/ nascosta dagli scogli/ tra detriti e relitti/ la luce di una gemma./O forse in cielo/sotto il nido dell’aquila./Nelle mani ho tanti/graffi di sangue./Non ho nulla/ che non ho sofferto.

Inizia ufficialmente con questi versi l’avventura poetica di Italo Rossi, nato nel 1915 a Buenos Aires da genitori liguri emigrati nel Nuovo Continente e mancato a Genova nel 2004 dopo una vita intensamente spesa come professore universitario, imprenditore e operatore – promotore culturale.

Il padre, Pietro Rossi, di Zeri (un paese vicino a Pontremoli), conobbe a Reppia, un villaggio sperduto tra i monti del genovesato, dove il fratello maggiore era parroco, Maria Angela Eugenia Rossi, colei che sarebbe diventata sua moglie.

Dopo le nozze decisero di emigrare in Argentina dove esisteva una grande comunità ligure. Nel centro di Buenos Aires, dove i Rossi misero su casa e un negozietto, nacque, nel 1915, il poeta.

Al ritorno in Italia, esattamente a Fiorenzuola d’Arda, il piccolo Italo, cresciuto in solitudine in Argentina, ebbe non poche difficoltà a inserirsi nel gruppo dei coetanei, piuttosto vivaci, che lo schernivano perché parlava solo spagnolo.

Frequentate la prima e la seconda elementare a Parma, dove ebbe come maestro il poeta Renzo Pezzani, il liceo scientifico a Piacenza, terminato poi a Genova al Cassini, allora in via Milius, si iscrisse poi alla Facoltà di Scienze allievo del prof Rolla, conseguendo nel 1938, a 23 anni, la laurea in chimica.

Sposata nel ’39 Amalia Brignardello, un anno dopo, all’inizio della II guerra mondiale fu chiamato al servizio militare e inviato sul fronte francese  dove fu ferito a una mano. Tornato a Genova divenne docente di chimica presso la Facoltà di Scienze dove rimase fino all’anno accademico ’76-’77.

La propensione all’esercizio letterario, presente già all’età di 18 anni nell’operetta Mariella, Leggi il seguito di questo post »