978_88_7356_295_5Rosa Elisa Giangoia

La terra e il mare sono i due elementi del nostro mondo: sulla terra ci ritroviamo a vivere, il mare lo osserviamo dalla riva, attratti dal fascino che esercita per il senso di immenso e di infinito che comunica alla nostra mente e al nostro cuore.  Per questo particolarmente felice e appropriato è il titolo della raccolta di racconti di Bruno Rombi, Il mare è una sirena che esprime con la sinteticità del linguaggio figurato tutta la forza attrattiva del mare, soprattutto per chi vive lungo le sue coste e in ogni ora del giorno e della notte può ammirare le variazioni cromatiche e formali che lo caratterizzano e che ne accrescono il fascino.    Questa è stata la condizione di vita dell’autore, almeno negli anni dell’infanzia, dell’adolescenza e della prima giovinezza, trascorsi nella nativa  Calasetta a cui vanno sempre il suo cuore e il suo rimpianto attraverso il filtro della memoria alimentata dalla fantasia creativa.

Da questo desiderio di far rivivere un mondo perduto, non solo nella dimensione personale, ma anche in quella sociale, perché anche la vita di Calasetta è mutata nel corso dei decenni, è nata in Bruno Rombi l’idea di delineare attraverso la parola letteraria della narrazione le figure di diversi personaggi che nel suo paese natale hanno avuto con il mare un rapporto speciale e che, proprio per questo, sono rimasti impressi nella memoria locale, affidata al ricordo delle persone che li hanno conosciuti, destinato anch’esso purtroppo a spegnersi nel giro di un breve volgere di tempo.

A delinearsi sono storie di sogni e di avventure sul mare, che attraverso la parola si rianimano e rivivono, portando testimonianze di esistenze coraggiose e audaci, di uomini forti e determinati che hanno saputo perseguire i loro sogni con tenacia, fronteggiando la sorte, mettendosi in gioco di fronte a quella precarietà del vivere  che tanto più si evidenzia nelle vicende di mare.  Storie che gli uomini hanno vissuto, che altri uomini hanno osservato e talvolta ammirato, ma che solo la magia della parola narrante sa far rivivere e consegnare al tempo con una forza evocatrice che sembra farle riemergere dalle onde come relitti di esistenze che sembravano perdute.  Sono profili di persone ben definite quelle che emergono, innanzitutto Francesco «attratto dal mare sin da bambino, prima di diventare marinaio» di cui ormai non si riesce più a definire «ciò che sia stato, del suo vivere, realtà, e ciò che poi è diventato mito».  Questo racconto d’apertura del libro presenta quello che sarà il carattere dominante e costante di tutti i racconti, lo sfumare della realtà in una memoria che lo alona di una luminosità mitica, dovuta proprio alla componente magica e misteriosa che caratterizza il mare e la vita di quanti lo percorrono, sempre alla ricerca di qualcosa, dentro e fuori di se stessi. E poi A Sabetta, la donna misteriosa che si materializza sullo scoglio, al confine tra la terra e il mare e non si sa a quale mondo appartenga. E ancora le avventure, che rappresentano la forza attrattiva dell’ignoto, Da Calasetta ai mari tropicali, La coda del diavolo, fino a quella conclusiva (Una sirena per Francesco) in cui ritorna ad essere protagonista il personaggio del racconto d’apertura che affida con incoscienza e fiducia, ad un tempo, la sua vita al mare, lasciando nel rimpianto e nel rimorso l’amico Maurizio, a cui non resta che farlo rivivere nel ricordo.

Un libro, questo di Bruno Rombi, che si aggiunge proficuamente alla vasta produzione di letteratura legata al mare, con questa serie di racconti in cui sono rievocate microstorie di esistenze che nel rapporto con il mare hanno trovato la loro ragione d’essere, nella fortuna e nella sfortuna, nella felicità e nel dolore. Storie raccontate con sobrietà, con la leggerezza che sa far risaltare l’eroismo del quotidiano e sa leggere nelle ansie, nei turbamenti, nelle emozioni che rimescolano il cuore dell’uomo. Ma quello di Bruno Rombi è un narrare che soprattutto sa cogliere l’attrattiva fascinosa che il mare esercita da sempre sull’uomo, confortandolo e nello stesso tempo stimolandolo all’impegno e al rischio di fronte al grande mistero della natura. Proprio per questa sua profondità esistenziale è un narrare che attrae e coinvolge fortemente il lettore.

 

Bruno Rombi, Il mare è una sirena, Condaghes, Cagliari 2017, pp.93, € 10,00.

 

Annunci