KINEK ÌROD EZT?

regia di Fabio Giovinazzo

 

 

 

 Auditorium dei Musei di Strada Nuova

Via Garibaldi, 18

venerdì 1° giugno 2012, ore 21

 

ingresso libero

Kinek ìrod ezt? è il film d’esordio del regista genovese Fabio Giovinazzo, dedicato a Edoardo Sanguineti, a due anni dalla morte. Il film unisce elementi sperimentali di montaggio ad interventi parlati sul lavoro poetico, critico e di docente di Sanguineti: parlano Marco Berisso (docente alla Facoltà di Lettere), Raffaele Perrotta (professore di Metodologia e critica dello spettacolo all’Università di Genova), Massimo Sannelli (scrittore, attore e artista genovese), Franco Vazzoler (professore di Letteratura teatrale italiana all’Università di Genova). Ottavia Fusco – protagonista delle imprese di Sanguineti con Andrea Liberovici e il Teatro del Suono – interviene con una testimonianza sul lavoro teatrale e su Habanèro, la canzone di Liberovici e Sanguineti che Pippo Baudo escluse dal Festival di Sanremo 2007, poi incisa nel CD Gli Anni Zero. Elena Rozo, artista e cantante lirica, agisce in una performance originale.

Lo stile di Giovinazzo è lirico e sperimentale nello stesso tempo, simile ad un sogno o ad una fiaba, e non vuole insegnare nulla: è una forma di psichiatria da autodidatta, che rivede tutto. Così il travestimento sanguinetiano si unisce alla libertà filmica di Warhol, in un ritmo completamente personale. Fanno parte del lavoro di montaggio alcune scene del cortometraggio Pushbar, diretto da Samuele Wurtz, gentilmente concesse dal Laboratorio Probabile Bellamy.

Il film è sostenuto dalla Facoltà di Lettere dell’Università di Genova, di cui è preside Francesco Surdich, dalla Cineteca D.W. Griffith (Genova), diretta da Massimo Patrone, e da Garaje Lumière (Madrid), coordinato da Francesco Pozzi.

http://www.kinekirod.blogspot.com

Advertisements