MARTEDI’ 21 OTTOBRE eravamo in 7 al Gruppo di Lettura presso la BIBLIOTECA SERVITANA e sono stati presentati i seguenti testi o parti di essi:
Jacopo da Varagine, Legenda aurea (Vivi Marchese);
Gio Bono Ferrari, Capitani di mare e bastimenti di Liguria del secolo XIX (Giorgio Olivari);
Gwynne Dyer, La guerra del clima (Raffaella Silvestrini);
Luciano Regolo, Maria Cristina di Savoia (Gabriella Zurli);
Ethel Mannin, Tardi ti ho amato (Rosa Elisa Giangoia);
Gina Lagorio, Golfo Paradiso (Laura Monego);
Agatha Christe, Poirot a styles court (Rosanna Marcenaro).

Il prossimo incontro si svolgerà MARTEDI’ NOVEMBRE alle 16.30 sempre presso la BIBLIOTECA SERVITANA di via Baroni a Genova.

Giovedì 2 ottobre ore 16
BIBLIOTECA SERVITANA
Gruppo ANTICA FOCE
per la raccolta e la sistemazione del materiale documentario sul quartiere genovese della Foce
e la successiva redazione di testi storico-informativi

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Martedì 21 ottobre ore 16.30
BIBLIOTECA SERVITANA
GRUPPO di LETTURA
per la presentazione di libri letti dai partecipanti

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Giovedì 23 ottobre ore 16.30
Per iniziativa dell’Associazione “Il Corimbo”
Sala di Storia Patria (g.c.) – Cortile di Palazzo Ducale
Piera BRUNO
presenta la produzione poetica di SERENA SINISCALCO
Rosa Elisa GIANGOIA
presenta la silloge poetica
Frammenti di sale
(Fara Editore)
di
MARIANGELA DE TOGNI

Nell’ambito di ApriAMO Corso Italia, manifestazione promossa dal Municipio VIII Medio-Levante di Genova sul tema dell’alimentazione

DOMENICA 28 SETTEMBRE
ore 16.30
Piazzetta di Boccadasse

IL CIBO TRA LETTERATURA E MUSICA
in collaborazione con l’Associazione teatrale BAMBU’

Paola MALASPINA recita la propria silloge PASTO POETICO
Goffredo D’ASTE esegue sue canzoni in tema
Marco BENEDETTI e SERENA CARBONE recitano testi della tradizione letteraria sul tema
Presenta Rosa Elisa Giangoia

bonifico (2)

SABATO 27 SETTEMBRE

ore 17

Teatro Miche Massone

PIEVE LIGURE

TRA GLI ULIVI E LE MIMOSE, IL MARE

Elio Andriuoli, Maria Grazia Bertora, Lucina Margherita Bovio, Piera Bruno, Milena Buzzoni, Anna Maria Campello, Paola Carroli, Carla Caselgrandi Cendi, Maria Cristina Castellani, Viviane Ciampi, Goffredo D’Aste, Luigi De Rosa, Mariangela De Togni, Margherita Faustini, Teresa Fior, Emilia Fragomeni, Maristella Garofalo, Paolo Ernesto Gerosa, Rosa Elisa Giangoia, Francesco Macciò, Rosanna Marcenaro, Angelo Marchese, Gigliola Mattiozzi, Egidio Morando, Isa Morando, Carlo Olivari, Mario Pepe, Rita Pizzorno, Benito Poggio, Bruno Rombi, Gabriella Vezzosi, Giudo Zavanone, Gabriella Zurli

Presentazione

Luigi Cavagnaro

Intermezzi musicali

Nevio Zanardi

10496191_10204850207640332_2171576378175117675_o[1] (2)

Invito (3)

L_uomo_fedele_5328aee8e1309

Martedì 20 maggio al GRUPPO di LETTURA presso la BIBLIOTECA SERVITANA eravamo in 13 e sono stati presentati i seguenti testi:

S. Northup, Dodici anni schiavo (Anna Maria Ghiringhelli);
F. Bonora, Il palazzo Durazzo Bombrini in Cornigliano (Carlo Sabbadini);
R. Coaloa, Carlo d’Asburgo, l’ultimo imperatore (Gabriella Zurli);
J. Conrad, Tifone (Vivi Marchese);
C. Pavese, La spiaggia (Rosanna Marcenaro);
Barbara A. Shapiro, La falsaria (Raffaella Silvestrini);
Bellone, Galileo (Carlo Borasi);
N. Bobbio, Elogio della mitezza (Isa Morando);
Beatrice Solinas Donghi, L’uomo fedele (Rosa Elisa Giangoia);

Dopo la sospensione estiva, gli incontri riprenderanno nel mese di ottobre.

Giovedì 8 maggio ore 16
Biblioteca Servitana – via Baroni, Genova
Gruppo ANTICA FOCE
(per ricerca e sistemazione di materiale documentario sulla storia della Foce)

Mercoledì 14 maggio ore 16.30
Biblioteca Berio – Sala Chierici
Rosa Elisa Giangoia
presenta
Coni d’ombra in controluce
di Carla Caselgrandi
(elaborato in proprio, 2013)
Letture di Eleonora Drago

Martedì 20 maggio ore 16.30
Biblioteca Servitana – via Baroni
GRUPPO di LETTURA

MARTEDI’ 15 aprile al GRUPPO di LETTURA alla BIBLIOTECA SERVITANA eravamo in 10 e sono stati presentati i seguenti testi o parti di essi:

Vero Roberti, Il mito del Mary Celeste (Giorgio Olivari);
Betty Mahmoody, Mai senza mia figlia (Raffaella Silvestrini);
Adelmo Landini, Elettra (Vivi Marchese);
Ferdinando Pessoa, Il libro dell’inquietudine (Carla Caselgrandi);
Piero Bianucci Storia sentimentale dell’astronomia (Carlo Borasi);
Anonimo, Il caso editoriale dell’anno (Anna Maria Ghiringhelli);
Massimo M. Veronese, Dopo 65 anni l’America rende onore alle sue “ragazzine” con le ali (IL GIORNALE, 13/3/2010) (Armando Bgatti);
Gottfried Wagner, Il crepuscolo dei Wagner (Maria Cristina Ferraro);
Giordano Bruno Guerri, La mia vita carnale. Amori e passioni di Gabriele D’Annunzio (Isa Morando);
Cheik Tidiane Gaye, Prendimi tutto ma lasciami la mia pelle nera (Rosa Elisa Giangoia).

Il prossimo incontro del GRUPPO di LETTURA si terrà MARTEDI’ 20 Maggio sempre alle ore 16.30 presso la BIBLIOTECA SERVITANA di via Baroni a Genova

Francia (2)

Rosa Elisa Giangoia

Tra la fine del Settecento ed il primo Novecento la città di Genova ebbe vicende storiche che determinarono trasformazioni profonde anche con ripercussioni importanti sul resto d’Italia. Infatti, a seguito della Rivoluzione Francese, dopo aver mantenuto un atteggiamento neutrale nei confronti del governo rivoluzionario, nel 1797 la città stabilì rapporti di alleanza con Napoleone Bonaparte, a seguito dei quali la Repubblica di Genova cessò di esistere, sostituita dalla Repubblica Ligure, inclusa nel 1805 nell’Impero francese. Poi, dopo le sconfitte di Napoleone del 1814-1815, il Congresso di Vienna stabilì, pur contro la volontà della Repubblica, l’annessione della regione ligure al Regno di Sardegna. Da questo momento in poi i destini di Genova e della Liguria saranno legati a quelli dell’Italia, soprattutto per gli importanti contributi che la città darà all’elaborazione teorica del movimento risorgimentale. Dopo l’unità d’Italia si aprirà per Genova la stagione del grande sviluppo portuale ed industriale.
Di questo periodo storico di grande trasformazione politica e quindi anche civile e sociale, Francesca Di Caprio Francia Leggi il seguito di questo post »

Rosa Elisa Giangoia

Bello ed elegante il nuovo libro di Carla Caselgrandi Cendi, Coni d’ombra in controluce (2013), impreziosito dalla riproduzione di dipinti di Lia Foggetti, sempre rispondenti alla tensione delle liriche, ma soprattutto un libro ispirato e profondo, che dimostra una climax intellettuale e morale della poetessa, attiva da oltre trent’anni, ormai con una quindicina di raccolte poetiche.
La caratteristica di questo testo è l’unitarietà dell’ispirazione che induce l’autrice a scrivere, a cui si accompagna una tonalità espressiva persistenze, sempre efficace e funzionale al sentire e all’intenzione della poetessa. Potremmo definire questo testo profetico e sapienziale, in quanto la Caselgrandi, proprio come gli antichi profeti veterotestamentari, osserva con occhio critico ed animo indignato la degradazione morale del presente che, a suo giudizio, investe «i rapporti istituzionali e umani» e soprattutto sente «su di sé pesare l’onere della responsabilità» per cui non può «restare inerte di fronte allo sfacelo», ma capisce di dover «costruire un argine sperando di salvare qualcosa». Leggi il seguito di questo post »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.